--> Microsoft lancia il set di dati di ricerca aperta COVID-19 - Rxbean news
Home LATEST NEWS

Microsoft lancia il set di dati di ricerca aperta COVID-19

La guerra con COVID-19 sarà vinta con distanza sociale, pulizia e, probabilmente, molti dati. Microsoft ha guidato una coalizione di partner nello sviluppo di un nuovo set di dati leggibile da una macchina da 29.000 articoli su COVID-19 e disturbi correlati al coronavirus. Mercoledì scorso la compagnia l'ha aperta al pubblico.


Uno sforzo del team: i dati sono stati raccolti dalla National Library of Medicine (NLM), dall'Allen Institute for AI, dall'Università di Georgetown, dalla Chan Zuckerberg Initiative (da Facebook Mark Zuckerberg e da sua moglie Priscilla Chan), Kaggle e l'ufficio della Casa Bianca di Politica scientifica e tecnologica (OSTP).


La salsa segreta. Questi sono i dati che la Casa Bianca ha chiesto alle aziende tecnologiche di affrontare una settimana fa. Microsoft ha indicizzato e mappato migliaia di articoli. In un post di LinkedIn su ciò che viene ora chiamato COVID-19 Open Research Dataset (CORD-19), è stato osservato che esiste un testo completo per oltre 13.000 dei quasi 30.000 articoli.

In realtà, un grosso problema: poiché gli articoli scientifici sono spesso nascosti dietro i paywall, avere un indice di testo completo di questi molti di essi è un risultato significativo. Apparentemente Microsoft e i suoi partner lavoreranno per aggiungere a quell'archivio dati, apparentemente ottenendo più titolari di carta scientifica per rendere il loro testo liberamente disponibile per il progetto.

Cosa possono fare i ricercatori con questo? "La mia speranza è che il contenuto leggibile automaticamente stimoli i progressi nei metodi informatici che possano aiutare gli investigatori a sviluppare conoscenze e approcci più profondi per affrontare la pandemia di COVID-19", ha scritto Eric Horvitz Technical Fellow e Chief Scientific Officer presso Microsoft nel post di LinkedIn . L'intelligenza artificiale potrebbe essere in grado, ad esempio, di individuare modelli nella ricerca che altrimenti il ​​cervello umano potrebbe perdere.

Bottom Line: Dicono che la conoscenza è potere e questa risorsa libera e aperta per la comunità di ricerca globale può anche essere la chiave per una cura.

اقرأ أيضا:

ليست هناك تعليقات:

إرسال تعليق

to Top