--> La storia dell’Ucraina colpita dal morbillo e dei suoi falsi certificati di vaccinazione - Rxbean news
Home LATEST NEWS

La storia dell’Ucraina colpita dal morbillo e dei suoi falsi certificati di vaccinazione

I genitori nell’Ucraina colpita dal morbillo stanno ottenendo falsi certificati di vaccinazione per evitare l’immunizzazione dei loro figli, è stato affermato.

Il paese ha uno dei maggiori focolai di malattia al mondo ed è un fattore chiave del problema in Europa.

L’Organizzazione mondiale della sanità afferma che il 95% della popolazione dovrebbe essere immunizzato per proteggersi da un focolaio.

Ma ha classificato l’Ucraina tra le prime dieci nazioni globali con il maggior numero di bambini non vaccinati.

Certificati falsi e sfiducia nei medici
Il dottor Fedir Lapiy, un immunologo pediatrico di Kiev, ha detto a Euronews che le paure e la sfiducia nei medici significano che i genitori in Ucraina stavano trovando il modo di fare attraverso l’immunizzazione di routine.

“Sappiamo tutti che esiste un numero enorme di bambini vaccinati falsi”, ha detto. “Ogni mamma al parco giochi lo sa. Dicono che” Tutte le mamme lo fanno, vanno semplicemente a corrompere il medico o un’infermiera “.

“Quindi sorge la domanda: quali previsioni sulla vaccinazione possiamo fare in una situazione del genere?” chiese il dottor Lapiy.

Tuttavia, gli studi mostrano che la maggior parte dei genitori ucraini sostiene le vaccinazioni, il che dà speranza alla lotta contro il morbillo.

Il supporto delle vaccinazioni tra i genitori rimane al 74,5%, mentre gli atteggiamenti negativi sono diminuiti dal 12,7% nel 2017 al 9,6% nel 2018, secondo l’indagine del National Health Index pubblicata alla fine dello scorso anno.

Natalia, una madre di 28 anni di Kiev è una di quelle che si oppongono ai vaccini. Dice che marito e genitori sostengono la sua decisione di non immunizzare la figlia di quattro anni.

“Quando ero incinta ho iniziato a leggere informazioni online sulla maternità e ho appreso che i vaccini possono causare autismo e molte altre malattie”, ha affermato Natalia.

“La vaccinazione fa più male che bene a un bambino. Non ci si può fidare di tutte le informazioni online, e forse alcune di queste sono una bugia, ma io e mio marito abbiamo deciso di non rischiare la vita di nostra figlia.

“L’altra cosa è che i vaccini non aiutano davvero. Molti bambini che vengono vaccinati ottengono ancora il morbillo”.

L’affermazione di un legame tra il jab MMR e l’autismo originariamente arrivò in uno studio del 1998 di Andrew Wakefield in The Lancet, ma tra critiche diffuse, la rivista ritrattò l’articolo 12 anni dopo.

Carenza di vaccini
La vaccinazione non è un problema recente in Ucraina.

Un anno fa, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha pubblicato un elenco di 10 paesi con il più alto numero di bambini non vaccinati. L’Ucraina si è classificata al nono posto nella lista tra Angola ed Etiopia.

Secondo il vice ministro della sanità, Olga Stefanyshina, ci sono stati problemi con la fornitura di vaccini in passato.

“Nel 2010 avevamo una grave carenza di vaccini”, ha dichiarato Stefanyshina. “Ma la situazione è migliorata e al momento abbiamo abbastanza vaccini disponibili in tutte le regioni dell’Ucraina”.

“Sono sicuri ed efficaci, sono raccomandati dall’OMS.”

Al 7 marzo, l’Ucraina aveva 1.173.915 dosi di vaccini MMR (morbillo-parotite-rosolia) prodotti in Belgio e negli Stati Uniti che, secondo i funzionari, sono sufficienti a coprire le esigenze del paese.

Anche il numero di bambini che ricevono un’immunizzazione di routine in tempo è in crescita.

“Nel 2016, meno del 50% dei bambini è stato vaccinato contro il morbillo in linea con il calendario delle vaccinazioni”, ha dichiarato Kateryna Bulavinova, specialista in salute dell’Ucraina dell’UNICEF.

“Nel 2017, il 93,3% dei bambini di un anno e il 90,7% dei bambini di sei anni ha ricevuto un vaccino in linea con il calendario.

“Tuttavia, è in corso la vaccinazione di bambini che hanno perso l’immunizzazione di routine negli anni precedenti.”

Il problema del morbillo in Ucraina
L’UNICEF ha pubblicato un rapporto a marzo avvertendo che il numero di casi di morbillo registrati è balzato a livelli allarmanti e ha elencato dieci paesi in cui la malattia si sta diffondendo maggiormente.

L’Ucraina, che ha registrato 54.000 casi nel 2018 e 16 morti, è in cima alla lista.

Il paese ha visto più casi di morbillo segnalati dall’inizio del 2019 rispetto a tutto il primo semestre dello scorso anno, secondo quanto riferito dal Ministero della Salute ucraino all’inizio di questo mese.

In soli tre mesi, in Ucraina sono stati registrati 35.000 casi di morbillo e 14 persone sono morte, secondo il ministero.

Dopo diverse settimane di declino, il numero di casi di morbillo è tornato a crescere, mostrano i dati ufficiali.

Essendo una malattia altamente contagiosa che si diffonde nell’aria, il morbillo colpisce principalmente i bambini e può portare a gravi complicazioni e persino alla morte.

“Tutti i bambini dovrebbero ricevere la prima e la seconda dose di immunizzazione di routine in tempo”, avvertono i rappresentanti del Ministero della Salute, che chiedono ai genitori di vaccinare i propri figli il prima possibile.

Misure di emergenza
Il 2 aprile Ulana Suprun, ministro ad interim della sanità in Ucraina, ha avuto un incontro con i rappresentanti dell’amministrazione statale regionale di Khmelnytsky nella parte occidentale del paese per discutere delle misure per combattere la diffusione del morbillo.

“Abbiamo deciso di introdurre misure di emergenza per aumentare il livello di vaccinazione contro il morbillo”, ha scritto Suprun sulla sua pagina Facebook dopo la visita.

“In effetti, questa è la continuazione dell’operazione, iniziata nella regione di Leopoli al confine con la Polonia, dove il numero dei casi di morbillo era il più alto solo due mesi fa.

“Durante un mese e mezzo, oltre 26.000 bambini sono stati vaccinati nella regione di Leopoli. Quindi oggi circa il 90% degli scolari nella regione sono protetti dall’epidemia”.

Le stesse misure sono state avviate dalle autorità locali nella regione di Vinnytsia. Più di 12.000 scolari sono stati vaccinati lì a febbraio.

“A breve inizierà una speciale operazione di vaccinazione nella regione di Khmelnytsky”, ha promesso Suprun.

Maggiori informazioni su questo argomento
In che modo i dubbi sui vaccini dell’UE stanno danneggiando la lotta globale contro il morbillo

Perché così tanti italiani contro i vaccini?

Anti-vaxxer “più importanti in Bulgaria, Lettonia e Francia”

La Romania e l’Italia hanno detto di agire con urgenza sui loro focolai di morbillo

Ragazzo francese accusato di reintrodurre il morbillo in Costa Rica

اقرأ أيضا:

ليست هناك تعليقات:

إرسال تعليق

to Top