--> “Imperdonabile”: i giorni delle dichiarazioni di immigrazione di Trump vengono messi a dura prova - Rxbean news
Home LATEST NEWS

“Imperdonabile”: i giorni delle dichiarazioni di immigrazione di Trump vengono messi a dura prova

Democratici e repubblicani hanno discusso durante i talk show politici della domenica sulle ultime controversie sulla politica dell’immigrazione dell’amministrazione Trump, che sono state divulgate al pubblico negli ultimi giorni.

Questa settimana, il Washington Post e più sbocchi successivi ha riferito che i funzionari dell’amministrazione Trump avevano fatto passare l’idea di occupare gli immigrati detenuti nelle cosiddette città del santuario come un modo per vendicarsi contro gli oppositori politici del presidente. Sebbene i funzionari dell’amministrazione abbiano rapidamente affermato che l’idea è stata lanciata e abbattuta rapidamente, Trump ha detto venerdì che l’amministrazione stava ancora contemplando la proposta.

Poi, Il New York Times, citando tre persone informate sulla conversazione, ha riferito che Trump ha detto il segretario alla sicurezza nazionale Kevin McAleenan la scorsa settimana il presidente lo avrebbe perdonato se avesse affrontato conseguenze legali per la chiusura del confine sud-occidentale ai migranti. Non è chiaro cosa Trump intendesse con i commenti e, secondo una delle persone informate sulla conversazione, è possibile che il presidente li abbia intesi come uno scherzo, secondo il giornale, aggiungendo che la conversazione ha allarmato i funzionari del Dipartimento della sicurezza nazionale che erano raccontato.

In una serie di tweet di sabato – alcuni dei quali rimangono poco chiari – Trump ha iniziato a parlare della politica di immigrazione.

“Appena uscito: gli Stati Uniti hanno il diritto legale assoluto di arrestare immigrati clandestini nelle città del santuario”, Trump ha scritto. “Con la presente chiediamo che siano curati al più alto livello, in particolare dallo Stato della California, che è ben noto o la sua cattiva gestione e tasse elevate!”

Il presidente prima disse I democratici devono cambiare immediatamente le leggi sull’immigrazione, altrimenti le città del santuario dovranno agire per prendersi cura dei migranti. Trump anche disse “non ha mai offerto perdono ai funzionari della sicurezza nazionale” e, in un altro tweet, ha affermato i tempi non ha verificato con la sua amministrazione prima di pubblicare il suo rapporto sui piani dell’amministrazione per le città del santuario, sebbene i giornalisti del Times abbiano dichiarato di essere in contatto con la Casa Bianca.

La polverizzazione della politica sull’immigrazione arriva dopo che il segretario alla sicurezza nazionale Kirstjen Nielsen si è dimesso la scorsa settimana sotto la pressione di Trump per le sue richieste di frontiera. Claire Grady, il vice segretario alla sicurezza nazionale incaricato della recessione che era stato il prossimo nella linea di successione dell’agenzia, si dimise poco dopo. Il rapido livello di turnover nel dipartimento ha causato alcuni repubblicani preoccuparsi della gestione dell’amministrazione del dipartimento.

Sulla CNN “Stato dell’unione, “Il presidente della magistratura della Camera Jerrold Nadler, D-N.Y., Ha affermato che il rapporto sulla conversazione di Trump con McAleenan” un altro esempio del disprezzo del presidente per la legge “.

Chiedere un’azione illegale sarebbe “esattamente contrario al dovere presidenziale chiave e al suo giuramento, che è quello di vedere che le leggi sono fedelmente eseguite”, ha detto Nadler. “Questo è il compito principale del presidente, vedere che le leggi sono fedelmente eseguite. Per il presidente sabotare quell’obiettivo cercando deliberatamente di infrangere la legge è imperdonabile.”

“Fa parte di un modello di comportamento che dobbiamo sicuramente dare un’occhiata dopo aver visto [special counsel Robert Mueller’s] rapporto “, ha aggiunto.

Parlando dell’idea di guidare gli immigrati nelle città del santuario, Nadler ha affermato che si tratterebbe di un “abuso del potere presidenziale”, ha affermato che sembra un’idea nata nella mente del consigliere politico della Casa Bianca Stephen Miller, che ha assunto un ruolo guida nella politica di immigrazione dell’amministrazione.

“Probabilmente Stephen Miller, che sembra essere il capo di tutti sull’immigrazione, dovrebbe venire prima del Congresso e spiegare alcune di queste politiche”, Nadler disse.

Sulla ABC “Questa settimana, “Sarah Sanders, segretaria stampa della Casa Bianca, ha affermato che l’idea politica” non è andata oltre “dopo che è stata sollevata perché” c’erano molte sfide e probabilmente non aveva senso andare avanti “.

“L’idea piace al presidente e ai democratici ha detto che vogliono queste persone nelle loro comunità, quindi vediamo se funziona e tutti ne traggono una vittoria”, ha aggiunto. “Ancora una volta, questa non è la situazione ideale. La soluzione ideale è semplice: spetta al Congresso, in particolare ai Democratici al Congresso, sedersi con il presidente, fare il proprio lavoro e aiutarci a fermare questa terribile crisi che si sta verificando al nostro confine. “

George Stephanopoulos della ABC ha risposto di essere confuso dal motivo per cui al presidente è piaciuta l’idea, dicendo che potrebbe incoraggiare un numero maggiore di immigrati a migrare negli Stati Uniti.

“Ancora una volta, questo non è il piano del presidente”, ha detto. “La sua massima priorità è fermare il flusso di immigrazione clandestina che arriva nel nostro paese per cominciare. I democratici e i tribunali, francamente, continuano a legare le mani del presidente e impedirgli di essere in grado di farlo”.

Kellyanne Conway, consulente della Casa Bianca detto “Meet the Press” della NBC è stato che si trattava di un “Congresso poco serio” che era alla base del problema dell’immigrazione. Lei concesso che i repubblicani “non hanno fatto il loro lavoro quando erano al comando – senza dubbio”.

Nel frattempo, nello stesso programma, il governatore Jay Inslee, D-Wash. e un candidato alla presidenza 2020, risposto alle minacce della città del santuario di Trump, dicendo: “Non puoi minacciare qualcuno con qualcosa di cui non hanno paura. E non abbiamo paura della diversità nello stato di Washington”.

“Questo è un altro atto di caos bombastico che semplicemente non funzionerà per questo presidente inefficace”, ha detto.

اقرأ أيضا:

ليست هناك تعليقات:

إرسال تعليق

to Top